L' arrivo del cucciolo di Labrador Retriever in famiglia!

Qual’è l’età giusta per prendere un cucciolo?

Tutti i cuccioli hanno bisogno delle cure della mamma, soprattutto nel primo periodo di vita e risulta fondamentale comprendere quale sia il momento giusto per sottrarli alle cure materne!

Ancora oggi molte persone, quando si rivolgono a noi per scegliere il loro nuovo compagno di vita, ci chiedono di consegnarglielo prima del compimento dei 60 giorni di vita!

Ma la nostra risposta è sempre la stessa: un netto “No!”

In questa pagina cercherò di spiegarvi brevemente il perchè!

Recenti studi hanno dimostrato come esistano, anche nel cane, particolari periodi di sviluppo nei quali i cuccioli sono altamente sensibili agli stimoli ambientali e particolarmente esposti a danni permanenti di tipo psicologico, che potrebbero determinarne l’instabilità e il non corretto sviluppo psicofisico! Ad esempio, potremo trovarci dinanzi ad un cane eccessivamente timido e timoroso o aggressivo verso le persone o i sui simili …

E pensate che la causa di molti di questi “mali” va ricercata solo nell’età a cui è stato sottratto dalla sua famiglia canina per inserirlo in quella umana!

Ma veniamo a noi…

Avete mai sentito parlare di IMPRINTING?

“Imprinting” significa “formare nel giovane l’impronta della specie”.

Il cucciolo impara a riconoscere caratteristiche e comportamento dei suoi simili e a relazionarsi con loro proprio nella fase dell’imprinting che si sviluppa a partire dalla 4^ settimana di vita.

La mamma diventa un punto di riferimento di importanza vitale e qualsiasi tentativo di allontanare i cuccioli da lei provoca in essi uno stato di agitazione e nervosismo che potrebbe influenzare lo sviluppo comportamentale futuro!

Per cui l’attaccamento alla figura materna è una condizione indispensabile affinchè possa instaurarsi nel cucciolo il processo di apprendimento (chiamato IMPRINTING) mediante il quale lo stesso imparerà a riconoscere la mamma o il surrogato di essa ed a identificare la propria specie!
Solo la mamma infatti potrà insegnargli con il giusto linguaggio – quello canino – le regole basilari di comportamento con i propri simili ed il modo corretto di relazionarsi con loro!

E’ in questo periodo, per esempio, che i cuccioli imparano a dosare la forza del morso: se fanno male a un fratellino giocando, interviene la mamma che gli rifila una sonora sgridata.
Ed è sempre in questa fase che il cucciolo viene rimproverato dalla madre se si azzarda a toccare un oggetto di proprietà di un adulto: osso, pallina ecc… Ciò eviterà al cane di ingaggiare future risse anche molto cruente.

Ma non solo…imparerà che esiste una “distanza di sicurezza”, al di fuori della quale non è il caso di allarmarsi. I cuccioli che non prendono coscienza di questo concetto potrebbero diventare, da adulti, abbaiatori incalliti che andranno in escandescenza quando un innocuo passante transiterà a cinquanta metri da casa: il che non ne farà degli ottimi cani da guardia, ma dei tremendi rompiscatole che vi metteranno quasi certamente nei guai con i vicini.

Tutto ciò che il cane apprende in questa fase viene assorbito in modo indelebile dal suo cervello e rimane per tutta la vita!!!

Il mio consiglio?

MAI prendere il cucciolo prima dei 70-80 gg di vita , per nessun motivo!!!

Come si dice?? se “piccolo è bello”, “piccolissimo” è più bello ancora!!

Nulla di più sbagliato!!!!

Non è assolutamente vero che si affezionerà meno di un cucciolo più piccolo, mentre è verissimo che sarà un cane psicologicamente “completo”, che avrà attraversato nel modo più naturale le fasi più delicate della prima maturazione psichica e quindi avrà altissime possibilità di diventare un adulto equilibrato e sicuro di sé!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *