L' arrivo del cucciolo di Labrador Retriever in famiglia!

Come accogliere il cucciolo di Labrador Retriever in casa!

Finalmente è arrivato il momento tanto atteso!!! Avete deciso di accogliere il cucciolo nella vostra famiglia!!!

Lo avete scelto…e magari seguito fin dalla nascita!!

Non vedete l’ora che arrivi!! Ma tanti dubbi vi assalgono…

Niente paura!!! Sono qui per aiutarvi!!!

Iniziamo subito col dire che quando il cucciolo entrerà in casa dovrà trovare un angolino pronto tutto per lui!!

Non dovranno assolutamente mancare  le due ciotole; una per l’acqua (che dovrà essere SEMPRE piena!!) ed una per il cibo.

Spesso mi chiedono :

“Ma quale tra le ciotole in plastica o in acciaio scegliere per un Labrador Retriever?”

Personalmente io preferisco quelle in acciaio con la base in gomma e vi spiego subito il perchè!

Il labrador è un cane dolcissimo, un eterno bambinone ma non ama stare solo per molto tempo… e quando viene trascurato dal suo padrone, beh , sa come farsi notare! E credetemi se vi dico che le ciotole in plastica verrebbero volentieri rosicchiate nei momenti di noia!!!

Inoltre, la base in gomma proteggerebbe i pavimenti da possibili graffi!!
E questo è importantissimo soprattutto i primi tempi quando il cucciolo (gran simpaticone!!!) cerca, giocando, di trascinare ovunque la ciotola  facendovi, ahimè, impazzire!!!


Ad esempio, potreste optare per una di queste (la scelta è ampia!):

Considerate inoltre che sono antiruggine e si presentano come una sana alternativa  alla plastica  non trattenendo odori o altro…

Mi raccomando però!!!!

Non lasciategli la ciotola con il cibo sempre a disposizione!! E’ buona norma toglierla al massimo dopo 10 minuti!!! Il Labrador, ingordo com’è, spazzerà via tutto in un lampo!!! 

Per cui, salvo che non sia troppo viziato, se il cucciolo/cucciolone rifiuta il cibo e manifesta altri sintomi ( vomito, diarrea…) sarà opportuno contattare subito il medico veterinario!!

Ricordate che è assolutamente VIETATA LA CIOCCOLATA! Un solo etto potrebbe uccidere il cucciolo!

Ovviamente non potranno mancare i giochi!!

Ma quali sono i giocattoli adatti ad un Labrador Retriever?

La pallina piace a tutti i cuccioli, ma attenzione alle dimensioni!!! Se troppo piccola potrebbe essere ingoiata!!!

Per questo motivo dovrete scegliere fin da subito la taglia L o XL.

Inoltre, la stessa dovrà essere dura ed anti-morso. proprio come questa!!!

Oppure, potreste prendere in considerazione questo gioco, capace di resistere anche ai denti dei cani più grandi e mordaci!

Ricordate però, che il Labrador per sentirsi davvero realizzato e felice, deve sentirsi utile: quindi, vuole essere indirizzato verso un compito preciso da un buon ” capobranco ” che gli spieghi in modo chiaro e semplice i suoi compiti!!

Poichè lui è un RETRIEVER (e cioè un cane da riporto) fino al midollo, il suo compito principale dovrebbe proprio essere quello di riportare le “cose”!

Un ottimo gioco per il cucciolo di Labrador è il riportello (quelli per i Retrievers si chiamano dummy) di dimensioni adeguate all’età.

Ma non lasciateglielo sempre a disposizione: è meglio che giochi solo con noi perchè questo ci aiuterà a fargli accettare con gioia i primi approcci al lavoro!

Ecco il dummy nella sua tradizionale versione:

Mi raccomando però!!!

Quando il cucciolo arriverà a casa, non esageriamo subito con le coccole: diamogli il tempo di annusare, esplorare e ficcare il naso dappertutto.

Quindi, non precipitiamoci a prenderlo in braccio ogni volta che guaisce: diventerebbe un’ abitudine difficile da sdradicare!!!

Dopo la prima ispezione della nuova casa, diamo al cucciolo un pasto leggero e una ciotola di acqua da bere. Sarebbe meglio portare un pò di cibo dall’allevamento!

Lo sapevate che un brusco cambiamento di alimentazione, unito allo stress del viaggio e dell’ impatto con il nuovo ambiente potrebbe rivoluzionare l’ intestino del cucciolo?

Ad esempio, potrebbe avere la diarrea o feci troppo morbide….

In tal caso, consiglio sempre di somministrargli il Florentero compresse, un probiotico utile a ripristinare una normale ed efficiente flora microbica intestinale in tutti i casi di dismicrobismo conseguenti a stress climatici/ambientali. 

Se ciò non dovesse essere sufficiente sarà opportuno contattare senza indugio il veterinario al fine di escludere problematiche più serie!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *